1° maggio: Un lavoro dignitoso deve tutelare la salute e la sicurezza...

1° maggio: Un lavoro dignitoso deve tutelare la salute e la sicurezza della persona email stampa

I gravi e numerosi incidenti accaduti in questi primi mesi del 2018 in tanti luoghi di lavoro hanno risvegliato l’attenzione pubblica su un tema importantissimo, anzi vitale. Il presidente Mattarella è intervenuto più volte su questo argomento, così come aveva fatto il suo predecessore Giorgio Napolitano in passato, dando un contributo rilevante alla revisione della normativa sul lavoro approvata dal Parlamento nel 2008.

247
0
SHARE
La Festa del lavoro viene celebrata il 1º maggio di ogni anno in molti paesi del mondo per ricordare la lotta dei lavoratori per la riduzione della giornata lavorativa.

Le associazioni, i rappresentanti di imprese e sindacati, gli enti di formazione professionale sono chiamati a dare il proprio contributo per la costruzione della cultura della sicurezza  fuori e dentro i luoghi di lavoro che si salda alla cultura della legalità, a quella della dignità della persona, della partecipazione attiva, della realizzazione della persona umana.

Il documento delle Acli Milanesi

Programma della manifestazione per la Festa dei Lavoratori
ore 9.00
Concentramento Corso Venezia – Giardini di Villa Palestro

ore 9.30
Partenza del corteo con percorso: Via Palestro, Piazza San Babila, Corso Matteotti, Via Case Rotte,Piazza della Scala.

ore 11.00
Arrivo in Piazza della Scala

 Dal palco ci saranno le testimonianze di tre delegati sindacali, i segretari di Cgil, Cisl e Uil: Massimo Bonini, Danilo Galvagni, Antonio Albrizio, saranno intervistati da Alessandro Braga, giornalista di Radio Popolare. Si proseguirà poi alle ore 11.30 con il concerto di Paolo Jannacci e la sua band