A Caponago l’evento conclusivo di Acqua in classe

A Caponago l’evento conclusivo di Acqua in classe email stampa

Il percorso formativo Acqua in classe, iniziato nell'ottobre del 2018, nel nuovo anno si è ampliato coinvolgendo altri 6 comuni della Brianza, 16 classi e circa 400 bambini

276
0
SHARE

Più di 70 bambini di prima elementare dell’Istituto comprensivo Ada Negri  di Caponago questa mattina hanno presentato le loro riflessioni sull’uso consapevole dell’acqua, attraverso un manifesto e alcuni cartelloni, al termine del percorso di formazione “Acqua in classe”,

L’iniziativa, che si inserisce nel progetto “Acqua Insieme”,  nata dalla partnership tra  BrianzAcque ed Acli Milanesi, è partita a fine ottobre dello scorso anno, coinvolgendo  in 6 comuni della Brianza oltre 650 bambini  di 33 classi per approfondire tutte le tematiche riguardanti l’acqua che tutti i giorni sgorga dal rubinetto. Nel 2019 il percorso formativo si è ampliato coinvolgendo altri 6 comuni della Brianza, 16 classi e circa 400 bambini.

I bambini sono stati accompagnanti in questi mesi dagli operatori del  progetto  in un viaggio fantastico attraverso la narrazione di una storia: due fratellini (un maschio e una femmina) per recuperare il primo dentino appena caduto nel lavandino, per magia diventano piccoli piccoli, e lo seguono lungo le tubature che portano dal lavandino di casa fino ad al fiume. Al termine del ciclo di incontri sono  stati proprio i bambini a scrivere il proprio Manifesto dell’Acqua.

Durante l’evento conclusivo a Caponago i bambini della scuola elementare insieme ai propri insegnanti hanno presentato  al  vicesindaco Enrica Maria Galbiati e alla vicepresidente di Brianzacque, Silvia Bolgia il Manifesto e i cartelloni preparati durante il corso.

il progetto Acquainsieme

Un momento della lezione