Acli Colf: una storia importante nelle Acli

Acli Colf: una storia importante nelle Acli email stampa

51
0
SHARE
Il gruppo del nucleo Acli Colf

In occasione dell’ultima Assemblea delle Acli Colf, la responsabile uscente, Anna Busnelli, che ha guidato l’Associazione per molti anni, ha voluto ricordare due figure importanti per l’associazione e per la sua storia e ripercorre le principali attività delle Acli Colf. Volentieri pubblichiamo il suo contributo.

 

Qualcosa da ricordare

due figure femminili

Palma Plini

Figura esemplare che ha avuto un ruolo fondamentale nell’attività di organizzazione domestiche.

In questa attività di organizzazione delle domestiche, a cui Palma si dedica dal ’51 fino al ’65, si innesta la storia dell’Associazione Acli Colf di Milano.

Agli inizi degli anni ’50 frequenta un corso organizzato dalle Acli sulla storia del movimento operaio, presentando alla fine del corso una breve tesi sulla figura di Simon Weil con la quale si sentiva particolarmente in sintonia.

“Alla fine del corso, il Presidente delle Acli di allora, Luigi Clerici, le chiede di occuparsi delle domestiche e lei con molto entusiasmo accetta ed inizia ad organizzare le attività del movimento per queste donne per conferire loro una dignità e un ruolo sociale. Organizza come prima iniziativa, la proiezione gratuita di un film, prepara un volantino come invito e va a cercare queste donne dove si radunavano: al parco, nelle balere, alla stazione Nord: fu un grande successo. L’attività prosegue con altri iniziative ed un questionario dal quale emerge che il 50% di queste donne erano analfabete e il 25% aveva fatto solo la terza elementare, pochissime avevano fatto la quinta. Con la collaborazione di Enaip, vengono organizzati dei corsi di preparazione all’esame per la licenza della quinta elementare, per la licenza alla scuola media, e altri corsi inerenti la loro professione di domestiche”.

Elda Colferai

Nei primi anni ’90 del secolo scorso, Acli Colf di via della Signora era guidata da una persona illuminata e lungimirante, aclista appassionata e donna dotata di grande spessore umano: Elda Colferai.

Fu lei la prima che seppe valorizzare al meglio l’attività delle sue lavoratrici, intuendone il possibile sviluppo che si affacciava in quei tempi, ovverossia la possibilità di ampliare il campo di lavoro domestico nell’ambito del rapporto tra famiglia e istituzioni comunali.

Si apriva in quegli anni la strada dell’assistenza domiciliare agli anziani e ai soggetti fragili delle famiglie, attraverso convenzioni che associazioni come le Acli potevano stipulare con il Comune di Milano.

Dalle Acli colf milanesi, dunque, discese direttamente un ramo secondario, incarnato dall’allora CAF-Cooperativa di Assistenza familiare (poi Città del Sole), (ora Coop. Ripari) cooperativa appartenente fin dagli esordi al Consorzio di Cooperative sociali delle Acli milanesi, e impresa sociale all’avanguardia in tutta la città di Milano, conosciuta per il ben operare delle sue lavoratrici.

Inizialmente la Cooperativa ebbe come socie lavoratrici un gruppo di colf tutte italiane e con un basso livello di scolarità; nel 1998 erano circa quindici. Molto velocemente, però, grazie allo sviluppo della convenzione con il Comune, il gruppo iniziale crebbe, e nel crescere si trasformò in una realtà multiculturale, con lavoratrici di diversa etnia, provenienza geografica e livello di scolarizzazione.

Dopo un decennio la Cooperativa generata da Acli Colf aveva al suo attivo ben 80 socie lavoratrici. Nel corso degli anni, i requisiti di qualificazione professionale richiesti nei bandi comunali hanno favorito la crescita della professionalità individuale delle lavoratrici. In questo lasso di tempo almeno due terzi delle socie hanno usufruito, attraverso i canali offerti dalla cooperativa (Enaip, ecc.) dei percorsi di qualificazione nel campo assistenziale, diventando ASA e OSS. Alla fine del decennio, il 100% delle lavoratrici era munita di titolo professionale adeguato. Da allora, le lavoratrici domestiche – ora assistenti familiari – hanno continuato con le varie cooperative Acli a rendere un servizio di qualità alle famiglie e alle Istituzioni.

È questo un virtuoso esempio da non dimenticare, che dimostra come un’associazione vivace e attenta al mutare dei tempi come è stata Acli Colf di Milano abbia saputo generare un secondo soggetto, di tipo imprenditoriale, e attraverso il lavoro facilitare non soltanto la crescita professionale delle sue associate, ma anche (allorché la struttura associativa mutava nella componente etnica) favorire al massimo grado il processo di integrazione sociale.

 

Circolo Acli “Nucleo Acli Colf aps” – Milano

Le Acli Colf di Milano, sono costituite come “Circolo “, operano in sintonia con il Movimento aclista sia a livello provinciale che nazionale, godono di autonomia organizzativa ed economica.

attività associative (2014/2023)

 

SPORTELLO DI SERVIZIO AI SOCI presso la sede delle Acli Milanesi- via della Signora, 3

Lo sportello di via della Signora fino a maggio 2018 era aperto al pubblico tutti i giorni, con un passaggio di circa 700 persone/anno e circa 600 contatti telefonici.

Con il pensionamento della lavoratrice a tempo pieno, l’associazione ha dovuto ridurre l’orario di apertura dello sportello, con il conseguente calo di afflusso dei soci.

Nel periodo di maggiore diffusione della Pandemia da Covid, durante il quale vigeva il divieto di accesso in presenza ai servizi anche all’interno del mondo Acli, le Acli Colf si sono attivate per garantire alle lavoratrici domestiche un contatto e la possibilità di accedere ai servizi loro offerti. E’ stato attivato un servizio di trasferimento delle chiamate da fisso a cellulare per fornire orientamento e informazioni sulle modalità di comportamento a tutela della salute del lavoratore nel rispetto delle normative vigenti e l’opportunità, dove è stato possibile, di assistenza contrattuale, legale, di inoltro delle richieste di bonus, di rinvio ad altri servizi delle Acli, non lasciando sole le lavoratrici in un momento particolarmente difficile della loro vita lavorativa.

ASSISTENZA LEGALE AI SOCI – L’associazione ha sempre promosso e sostenuto il servizio legale ai soci, limitatamente alle controversie in materia di lavoro, svolto da professionisti indipendenti autorizzati dalle Acli Colf a volgere il servizio presso la propria sede, esclusivamente in favore dei propri associati. Dopo la chiusura di tutti i servizi delle Acli svolti in presenza, a causa della pandemia da Covid, il servizio legale è stato “sospeso” e attualmente viene svolto presso gli studi legali dei singoli professionisti.

SPORTELLO CASSA COLF: lancio sperimentale aprile 2018, tuttora attivo presso la sede di via della Signora. Lo sportello è gestito da una socia, in forma volontaria.

  • pubblicizzato tramite le famiglie utenti di SAF ACLI LAVORO – DOMESTICIO, sportelli servizio SAF e CAF c/o Circoli Acli sul territorio, pubblicazioni sul portale delle Acli Milanesi e sulla pagina Facebok

 Collaborazione di Acli Colf Milano al PROGETTO DI INTERMEDIAZIONE DEL LAVORO DOMESTICO, promosso dal Patronato Acli di Milano, con la collaborazione di SAF ACLI LAVORO DOMESTICO, attualmente gestito da Cooperativa Ripari.

Il ruolo di Acli Colf nel progetto si realizza nell’accoglienza delle lavoratrici in cerca di occupazione, compilazione della scheda di presentazione, segnalazione nominativo a Coop. Ripari per il colloquio e la selezione.

 CORSI DI FORMAZIONE PER COLF E BADANTI di 64 ore, finanziati da Domina e AGSG.

ESAME DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ACQUISITE per il corso Domina e procedura mantenimento certificazione (realizzato in collaborazione con AGSG).

CORSI DI LINGUA ITALIANA IN COLLABORAZIONE CON ENAIP e Patronato Acli per l’esame CILS

CORSO DI FORMAZIONE PER NUOVI DIRIGENTI ACLI COLF

INCONTRI FORMATIVI SUL CCNL e CASSA COLF, REALIZZATI PRESSO:

  • PARROCCHIA DEI MIGRANTI A MILANO
  • CONSOLATO DELLE FILIPPINE (preceduto da incontri conoscitivi con la Presidenza Acli Milanesi);

TRE INCONTRI (molto partecipati- circa 100 lavoratori) su CCNL, CASSA COLF, SERVIZI PATRONATO E CAF.

 

INCONTRI INFORMATIVI/ FORMATIVI SU:

  • SISTEMA FISCALE ITALIANO/DICHIARAZIONE REDDITI mod.730
  • SISTEMA CONTRIBUTIVO, ASSISTENZIALE, PENSIONISTICO
  • NORMATIVA INAIL, MALATTIA E MATERNITA’

SEMINARIO in collaborazione con LILT: prevenzione oncologica e sana alimentazione

PROGETTO “CONOSCERE MILANO” FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DELLA CITTA’, CON VISITE COLLETTIVE AI LUOGHI SIMBOLO DELLA CITTA’

PERCORSI LABORATORIALI, promossi autonomamente da Acli Colf Milano o in collaborazione con Acli Colf Nazionali:

  • SAPORI E SAPERI DELLA CUCINA LOMBARDA: laboratorio di conoscenza degli ingredienti e delle ricette tipiche della cucina lombarda (opuscolo ricette autoprodotto)
  • IL TEMA DEL VIAGGIO NELL’IMMAGINARIO DELLE LAVORATRICI
  • LE DONNE E LE PAROLE NON DETTE (percorso AUTOBIOGRAFICO)
  • IL DELICATO EQUILIBRIO DELLE RELAZIONI NEL LAVORO DI CURA

 

STORIE DI NOI: CONDIVIDERE SPAZI DI VITA (EXPO 2015)

  • Riconoscimento della propria identità culturale attraverso storie di vita e ricette tradizionali
  • Riconoscimento del valore del lavoro di cura attraverso strumenti di riflessione e dibattiti di gruppo
  • Valorizzazione della cittadinanza attiva: realizzazione di una giornata di “BIBLIOTECA VIVENTE”, realizzato nello spazio pubblico del CAM di via Garibaldi

 

TRA MIRAGGIO E REALTA’  (rappresentazione teatrale sulla metafora del viaggio)

 

INCONTRO DELLE ASSISTENTI FAMILIARI CON L’ARCIVESCOVO DI MILANO – MONS. MARIO DELPINI

Incontro promosso dallo stesso Arcivescovo  Mons. Delpini nella V domenica  delll’Avvento Ambrosiano del 2017. Prima della celebrazione Eucaristica in Duomo, ha voluto incontrare personalmente alcune “badanti” per ascoltare direttamente le loro storie e la loro esperienza di lavoro nelle famiglie italiane.