Assegno Unico Universale: aumenti in arrivo a gennaio 2023

Assegno Unico Universale: aumenti in arrivo a gennaio 2023 email stampa

4038
0
SHARE

Dal primo gennaio 2023, se la Legge di Bilancio non subirà ulteriori modifiche, l’Assegno Unico Universale per i figli sarà maggiorato del 50% per i nuclei famigliari contenenti figli fino al primo anno di vita (indipendentemente dal reddito familiare).

Per i nuclei famigliari numerosi, dai tre figli in su, l’aumento è esteso a tutti i figli fino ai tre anni di età, a condizione che il reddito ISEE non superi i 40.000 euro.

Per tutti gli altri aventi diritto all’Assegno Unico Universale potrebbe invece esserci un aumento dell’importo con una correzione in base all’inflazione che potrebbe persino superare il 7,3%.

Inoltre verrà resa stabile la maggiorazione prevista per i figli disabili maggiorenni fino ai 21 anni di età; precedentemente introdotta solo per l’anno 2022.

L’importo minimo aumenterà dunque di 25 euro, passando da 50 euro a 75 euro, mentre quello massimo dovrebbe attestarsi a 262,5 euro, con un aumento netto di 87,5 euro per i nuclei famigliari di cui sopra trattato.

Ecco di seguito lo schema delle simulazioni:
fino a 15mila euro: aumento di 87 euro al mese (+1.050 euro l’anno);
fino a 20mila euro: aumento di 75 euro al mese (+900 euro l’anno);
fino a 25mila euro: aumento di 62,5 euro al mese (+750 euro l’anno);
fino a 30mila euro: aumento di 50 euro al mese (+600 euro l’anno);
fino a 35mila euro: aumento di 37,5 al mese (+450 l’anno);
fino a 40mila euro e oltre: aumento di 25 euro al mese (+300 euro l’anno).

per saperne di più

(Katia Marazzina)