Estate 2024: aperte le iscrizioni per i campi di Terre e Libertà

Estate 2024: aperte le iscrizioni per i campi di Terre e Libertà email stampa

231
0
SHARE
Archivio Ipsia-TL'22 Senegal

Sono aperte le iscrizioni ai campi di volontariato e formazione all’estero organizzati per i mesi estivi da IPSIA!

Sono 70 circa i posti disponibili per il progetto “Terre e Libertà 2024”, che quest’anno diversifica la sua proposta inserendo una nuova esperienza.

Il progetto realizza attività di animazione in diverse località, in cui IPSIA è impegnata in prima linea con attività di Cooperazione allo Sviluppo, quali: AlbaniaBosnia ErzegovinaKosovo e Senegal e da quest’anno, un’esperienza sui temi dell’agroecologia e del cambiamento climatico nel territorio della contea di Laikipia in Kenya.

Nello specifico:
– ALBANIA: animazione nella Municipalità di Scutari
– BOSNIA ERZEGOVINA: animazione a Bihać e attività sportive con Football No Limits
– KOSOVO: animazione nella Municipilità di Prizren e di Gjakova
– SENEGAL: animazione nel territorio di Thiès

– KENYA: Agroecology Summer Camp a Laikipia

Prenderanno parte al progetto anche gruppi scout, che si recheranno in Albania e che vivranno questa esperienza come servizio all’interno del percorso educativo annuale.

Destinatari di queste proposte formative sono soprattutto i giovani.

L’età minima per partecipare è di 18 anni per i campi europei, mentre per i campi extra-europei si richiedono almeno 21 anni di età. I campi durano da due settimane a venti giorni. Le partenze sono previste a luglio e agosto. I costi sono a carico dei volontari ed indicati sul sito.
Le iscrizioni chiudono il 12 maggio per le destinazioni africane, il 9 giugno per quelle europee.

Il progetto
“Terre e libertà” è un progetto nato nel 1998 a favore dei minori nei paesi della ex Jugoslavia uscita dalla guerra e si è poi ampliato ad altre realtà e Paesi attraverso nuove modalità di azione.
L’animazione rivolta a bambini e ragazzi è l’attività principale e permette di abbattere barriere linguistiche e culturali e condividere momenti di gioco, fantasia e creatività.

Da quest’anno il tema dell’agroecologia e del cambiamento climatico diventa uno dei temi progettuali con un campo di conoscenza e formazione in Kenya, valorizzando l’esperianza dei nostri partner locali.

I campi di Terre e Libertà si caratterizzano per un’esperienza che unisce persone diverse intorno ad un fine comune e danno la possibilità di vivere momenti di formazione sul conflitto, sullo sviluppo e sulla cooperazione.

L’obiettivo principale del progetto è contribuire allo sviluppo sociale dei territori attraverso l’educazione non formale, ponendo l’accento sul rispetto dei diritti dei bambini, sull’agroecologia e il cambiamento climatico, offrendo ai volontari italiani un punto di vista privilegiato dei territori coinvolti e della realtà storico/sociale.

Informazioni dettagliate sul sito www.terreliberta.org

 

Daniele Socciarelli,coordinatore  del progetto Terre e libertà,  illustra l’iniziativa a Radio Marconi