Immigrazione: firmato protocollo tra Prefettura, Questura e Associazioni del Terzo settore

Immigrazione: firmato protocollo tra Prefettura, Questura e Associazioni del Terzo settore email stampa

115
0
SHARE

E’ stato sottoscritto lo scorso lunedì con la Questura e alcune associazioni e sindacati del territorio (tra cui le Acli Milanesi), il Protocollo d’Intesa finalizzato a rendere strutturale la collaborazione per assicurare un’attività assistenziale preventiva di informazione, orientamento e identificazione dei cittadini stranieri presenti e dimoranti nel territorio milanese, al fine della presentazione delle richieste di protezione internazionale.

«Ancora una volta – afferma Andrea Villa, presidente delle Acli Milanesi – vediamo come l’alleanza tra Istituzioni e realtà del sociale (Terzo settore e sindacato) può essere efficace nel rendere effettivo e dignitoso l’accesso ai diritti, infatti in due anni si è più che raddoppiato il numero di domande di asilo presentate in Questura. Le ACLI milanesi attraverso l’azione degli operatori e dei volontari che prestano servizio nella rete di Sportello Immigrati del nostro Patronato hanno contribuito a questo buon risultato. Ora occorre  – ha ribadito Villa – che i tempi per la conclusione della domanda e per il conseguimento della “protezione internazionale” si accorcino significativamente. Dall’uscita dalla indeterminatezza amministrativa infatti passa la possibilità di accesso al lavoro ed una vita dignitosa».

«Questo documento – spiega Amalia Fumagalli, della presidenza delle Acli Milanesi con la delega alle persone migranti – rappresenta la conclusione di una fase sperimentale iniziata ad aprile 2023, in cui 5 organizzazioni del Terzo Settore e 2 sindacati si sono resi disponibili a collaborare gratuitamente con la Questura per accompagnare le persone richiedenti asilo e informarle delle procedure vigenti e dei loro diritti. Pur rappresentando un miglioramento rispetto alle code per strada di centinaia di migranti davanti alla questura di via Montebello e poi di via Cagni, riteniamo tuttavia – ha sottolineato Fumagalli –   che occorra avviare nuovi percorsi per ridurre i tempi di attesa e il moltiplicarsi di appuntamenti per il raggiungimento del permesso di soggiorno».

Con la firma del protocollo viene formalizzata la collaborazione tra istituzioni ed organizzazioni del Terzo Settore e sindacali e nelle procedure per la richiesta di Asilo da parte delle persone migranti. E’ infatti necessario che l’accesso alla domanda di Asilo sia garantito e gestito con procedure e modalità attente alla dignità delle persone migranti e dei residenti. Occorre ora che i tempi per il riconoscimento della protezione internazionale si riducano significativamente.

Hanno sottoscritto il documento il Prefetto Claudio Sgaraglia, il Questore Giuseppe Petronzi, il Dott. Maurizio Bove Presidente di ANOLF – CISL Milano, il Dott. Vincenzo Greco Segretario Confederale di CGIL Milano, il Presidente della Croce Rossa Italiana – Comitato Milano Dott. Massimo Mario Andrea Boncristiano, il Presidente della Caritas Ambrosiana Mons. Luca Bressan, il Presidente di Farsi Prossimo Onlus S.n.C. Annamaria Elena Lodi, il Presidente delle ACLI Milanesi Aps Andrea Villa, il rappresentante dell’Agenzia di Milano dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati Dott. Marcello Rossoni, il Segretario Generale della Fondazione AVSI Onlus Dott. Giampaolo Silvestri, il Presidente dell’Associazione Centro di Solidarietà San Martino Dott. Mario Donato Porcelli, il Vice Presidente della Fondazione Progetto Arca Onlus Dott.ssa Laura Nurzia ed il Direttore della Comunità di S. Egidio Milano Onlus Dott. Ulderico Edoardo Maria Maggi.