Il presidente Villa: “Troppi gli errori e le incompetenze. Tutto questo non è...

Il presidente Villa: “Troppi gli errori e le incompetenze. Tutto questo non è più tollerabile” email stampa

Per chi non potrà partecipare in presenza potrà farlo in maniera virtuale, pubblicando una foto con una calcolatrice e un foglio che riporta l’#orabasta. Un gesto simbolico per esprimere il dissenso in una grande piazza digitale.

540
0
SHARE
Palazzo Lombardia.

Il presidente Andrea Villa: “Troppi gli errori e le incompetenze. Tutto questo non è più tollerabile, a pagarne il prezzo sono le persone,  il tessuto produttivo e le comunità lombarde

Le Acli milanesi aderiscono alla manifestazione ORA BASTA! per protestare contro la gestione inadeguata del sistema sanitario lombardo nel corso della emergenza pandemica, che coinvolge il nostro paese ed il mondo intero dallo scorso febbraio.

«Troppi gli errori e le incompetenze emerse! Le delibere sulle RSA, l’assenza di un idoneo ed efficace sistema di tracciamento della diffusione del virus, l’organizzazione della campagna vaccinale, fino agli errori e la poca trasparenza nella raccolta dei dati sull’andamento della pandemia».  afferma Andrea Villa, presidente delle Acli Milanesi, illustrando i motivi che hanno portato le Acli a promuovere la manifestazione di questa sera, sotto Palazzo Lombardia.

«E’ senz’altro un ruolo complicato e difficile quello svolto dalle regioni oggi – spiega Villa – ma in Lombardia sono emerse anche le criticità di un sistema sanitario che ha disinvestito sulla medicina territoriale e sulle cure domiciliari, per favorire i poli ospedalieri di eccellenza e la raccolta di investimenti privati come in nessun altro sistema sanitario regionale. Ma come ci ha richiamato il nostro Arcivescovo nell’ultimo Discorso alla città – continua il presidente delle Acli – ognuno è chiamato a “restare al suo posto” e a svolgere il proprio compito con maggiore serietà, dedizione e senso di responsabilità in un contesto più difficoltoso. Solo così possiamo resistere, e superare la crisi.

A tutti oggi è richiesto di agire il proprio ruolo con “un di più” di serietà, passione, senso civico, disposizione al sacrificio: è chiesto agli operatori sanitari, agli lavoratori dei servizi di cura, agli insegnanti, ai commercianti, ai ristoratori, alle piccole partite IVA, a tutti i lavoratori precari che hanno già perso il lavoro. E tante limitazioni gravano sulle vite degli studenti, delle famiglie, delle persone fragili, della popolazione anziana.

A chi è chiamato a governare la sanità lombarda – conclude Villa – è giusto chiedere altrettanta dedizione e serietà. L’impressione che deriva dai tanti errori commessi, è che chi governa la Lombardia oggi lo faccia con una ingiustificabile leggerezza, una incomprensibile noncuranza. Tutto questo non è più tollerabile, a pagarne il prezzo sono le persone, il tessuto produttivo e le comunità lombarde». #OraBasta!

Appuntamento  lunedi 25 gennaio ore 18 sotto Palazzo Lombardia

Evento Facebook