Le ultime novità per ottenere il visto di ingresso per lavoro subordinato

Le ultime novità per ottenere il visto di ingresso per lavoro subordinato email stampa

348
0
SHARE

Per ottenere un visto d’ingresso in Italia per lavoro subordinato, il tuo futuro datore di lavoro deve chiedere un’apposita autorizzazione alla sua Prefettura. Ottenuta quell’autorizzazione, potrai recarti all’Ambasciata italiana del tuo Paese di residenza e chiedere il rilascio del Visto.

Le ultime novità per ottenere il visto d’ingresso per lavoro subordinato in Italia

Questa procedura è regolata dal cosidetto Decreto Flussi che stabilisce i settori economici, le quote d’ingresso e le modalità d’invio delle domande.

Il 3 ottobre scorso è stato pubblicato il nuovo Decreto Flussi per gli anni dal 2023 al 2025. Qui i dettagli

Come in passato, queste domande andranno inviate dai Datori di lavoro alla Prefettura di riferimento, attraverso il Portale Servizi ALI del Ministero dell’Interno. Le domande potranno essere inviate a partire dalle ore 9:00 del 2 dicembre 2023 per i lavoratori dei paesi elencati sopra e il 4 dicembre (alle 9:00) per gli altri lavoratori subordinati (non stagionali).

ASCOLTA l’intervista di Carla Pucilli, responsabile Ufficio Immigrazione Patronato Acli Milano