L’importanza di stare accanto ai ragazzi in questo momento difficile

L’importanza di stare accanto ai ragazzi in questo momento difficile email stampa

Da più di 10 anni Patrizia fa volontariato nelle scuole primarie e secondarie di primo grado. Durante l'emergenza sanitaria il suo impegno non è venuto meno

176
0
SHARE
Foto di khamkhor da Pixabay

Ho deciso di dedicare parte del mio tempo libero per partecipare al progetto di supporto compiti promosso dalle Acli milanesi perchè sono più di 10 anni che faccio volontariato nelle scuole primarie e secondarie di primo grado e ciò mi ha permesso di scoprire che amo stare coi giovani e provo il desiderio di aiutarli nel loro percorso formativo.

Questa esperienza mi ha dato la possibilità di entrare in contatto con un ragazzino di 11 anni, di origine moldava che, appena arrivato in Italia, ha dovuto interrompere la scuola a causa della pandemia di Covid 19. Lui però, con grande volontà e forza d’animo, si è impegnato ad apprendere l’utilizzo dei vari mezzi informatici per poter seguire le lezioni online.

Mi sono quindi trovata davanti un ragazzino volenteroso, determinato, timido ma deciso, intenzionato a imparare malgrado tutto. Il nostro rapporto è stato buono fin dall’inizio e, al momento dei saluti finali, mi ha detto che gli sarebbe piaciuto rivedermi a settembre!

Facendo un bilancio, sono quindi soddisfatta di questa nuova avventura, che mi ha anche offerto l’opportunità di conoscere nuovi mezzi didattici, come le varie piattaforme digitali e i programmi specifici per la didattica a distanza.

Del resto, tutta la mia esperienza di volontariato è positiva perché mi ha dato e mi sta dando tantissimo a livello umano. Confrontarsi con i problemi dei giovani mi aiuta a mantenere una mentalità aperta, non giudicante e disposta a mettersi in discussione.

Penso che sia fondamentale sostenere ogni tipo di progetto rivolto ai più giovani perché è importante che vengano aiutati e sostenuti quanto più possibile nei loro anni di scuola dell’obbligo, non solo a livello didattico, ma soprattutto umano. Dobbiamo aiutarli a comprendere che l’istruzione è fondamentale perché da essa dipende gran parte del loro futuro. Consiglierei ad altre persone di aggiungersi al nostro gruppo: donare il proprio tempo e le proprie conoscenze è un’attività che arricchisce molto a livello umano, fa provare emozioni inaspettate e ci fa rimanere in contatto con il bambino che è in noi.

Patrizia