L’onda di PEOPLE invade Milano per la grande manifestazione nazionale

L’onda di PEOPLE invade Milano per la grande manifestazione nazionale email stampa

200mila persone in nome dei diritti di tutte e di tutti.

804
0
SHARE

Sono le 16.00 quando la lunga marcia incominciata a Palestro alle 14.00 arriva in piazza Duomo, mentre la coda è ancora ferma alla partenza. Un abbraccio corale quello intorno al quale si sono strette le 200mila persone che hanno camminato insieme senza bandiere politiche, ciascuna per promuovere la difesa dei diritti delle persone più fragili. Quella che a oggi a Milano è stata la più imponente manifestazione di piazza contro la prepotenza e a favore di una società e una politica dell’inclusione. Per tutte le persone.

Un’immensa folla proveniente da tutta Italia si è riunita sabato 2 marzo perché si è riconosciuta nell’appello di People – Prima le Persone, la rete formalmente nata lo scorso 17 gennaio e che a poco più di un mese e mezzo è riuscita a far confluire insieme chiunque non accetti di vivere in una società dominata dalla paura anche del diverso.

Una chiamata partita da Milano con il Sindaco di Milano Giuseppe Sala oggi in piazza che è stata raccolta da tutto il Paese. Hanno sfilato i tanti sindaci dell’area metropolitana e poi politici – alla testa del corteo, tra gli altri, anche l’assessore di Milano alle Politiche Sociali, alla salute e ai Diritti Pierfrancesco Majorino, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, l’onorevole Maurizio Martina, l’ex presidente della Camera Laura Boldrini, l’ex Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il segretario generale CGIL Maurizio Landini, il segretario generale aggiunto CISL Luigi Sbarra e il segretario generale UIL Carmelo Barbagallo. Tra i nomi della cultura e dello spettacolo presenti Roberto Vecchioni, Lella Costa, Claudio Bisio, Maria Amelia Monti, Protagonisti indiscussi di questa giornata di festa sono stati prima di tutto i rappresentanti delle tante organizzazioni in piazza con le proprie bandiere.

Il futuro dei bambini, la memoria dell’Anpi e in mezzo il lavoro quotidiano di oltre 1200 associazioni, che ogni giorno sono impegnate sul territorio nazionale per il riconoscimento dei diritti di tutte le persone, oggi hanno camminato e ballato sulle note di People have the Power di Patti Smith e di una travolgente colonna sonora selezionata da dj Simon Samaki Osagie, inventore a Londra dei balli di strada antirazzisti, che è terminata con un grande flash mob musicale in una piazza Duomo gremita di persone e senza discorsi istituzionali in chiusura. Una festa che alle 17.00 sembra non voler finire.

 

I numeri della manifestazione di People – Prima le Persone, Milano 2 marzo

– In piazza 200mila persone

– 30 associazioni promotrici dell’appello di People – Prima le persone, Milano 2 marzo

– 1.200 associazioni che hanno aderito all’appello

– 40mila le adesioni individuali attraverso la piattaforma www.people2march.org e dai canali social

– 30 i gonfaloni che hanno sfilato

– 700 i Comuni dai quali sono arrivate le adesioni singole

– 15 gli incontri di avvicinamento organizzati in 30 giorni a Milano

– 20 i pullman arrivati a Milano per la manifestazione

– 7 i camion di alcune delle associazioni promotrici che hanno aperto il corteo

tante altre immagini della manifestazione

Le 30 associazioni promotrici di People – Prima le persone, Milano 2 marzo

ACLI MILANO, MONZA E BRIANZA – ACTIONAID – ANPI PROVINCIA DI MILANO – CNCA – COMITATO INSIEME SENZA MURI – I SENTINELLI DI MILANO – MAMME PER LA PELLE – AMNESTY INTERNATIONAL ITALIA – AMREF HEALTH AFRICA – ANOLF MILANO – ARCI MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI – ASSOCIAZIONE AFRO FASHION – GCIL CAMERA DEL LAVORO DI MILANO – CGIL – CISL – UIL – CASA DELLA CARITÀ – CIAI Centro Italiano Aiuti all’Infanzia – CISL MILANO METROPOLI – COMUNITÀ DI SANT’EGIDIO MILANO – EMERGENCY ONG ONLUS – FESTIVAL DEI DIRITTI UMANI – FESTIVAL GOES DIVERCITY – LIBERA MILANO – NOWALLS – MEDICI SENZA FRONTIERE – PASSEPARTOUT CONSORZIO DI IMPRESE SOCIALI – RAZZISMO BRUTTA STORIA – TERRES DES HOMMES – UIL MILANO E LOMBARDIA