Paolo Petracca: chiamati alla responsabilità, alla cura e al servizio

Paolo Petracca: chiamati alla responsabilità, alla cura e al servizio email stampa

339
0
SHARE

Stiamo vivendo giorni inediti. Giorni in cui siamo chiamati alla responsabilità, alla cura, al servizio ed alla lucidità.

Nessuno di noi ha già vissuto una situazione simile, nessuno di noi sa se le misure restrittive verranno estese. Crediamo che mai come in questi giorni occorra seguire le disposizioni che le istituzioni hanno diramato e che sia necessario aiutare le persone a comprendere il difficile frangente che stiamo vivendo: dando con calma le informazioni a chi chiede e cercando di trasmettere fiducia nelle scelte fatte e che verranno fatte.

Credo quindi sia nostro dovere, fino a quando non sarà deciso diversamente, mantenere aperti i nostri luoghi di lavoro e di incontro e cercare di orientare i più fragili e i più vulnerabili.

Siamo tutti esposti al contatto con il pubblico e dobbiamo tutti dimostrare coraggio nella serenità. Questo è per noi il difficile compito a cui siamo chiamati in queste ore. Affrontiamolo con il sorriso, con la cortesia, con la gentilezza, con la pazienza, con la giusta fermezza.

Affrontiamo il nostro impegno quotidiano senza sentirci soli: ricordiamoci che siamo parte di un’organizzazione e di una rete di persone che ascoltano e che si ascoltano per sostenersi a vicenda.

Con questo auspicio auguro a tutte a tutti buon lavoro.

Paolo Petracca

Presidente ACLI Milanesi